La Divina Commedia, maestra di Retorica. Proposte per un manuale

“Ogni moto dell’anima, ogni intuizione della mente, ogni contenuto razionale o passionale, dal momento del suo concepimento fino alla traduzione dell’espressione letteraria fruibile, viene dal suo autore sottoposto ad un consapevole, sapiente lavoro stilistico e retorico”.

Oggi, in occasione di questo primo Dantedì​ 2020, ​noi della Società Dante Alighieri in collaborazione con RadiciDigitali.eu proponiamo questo articolo: un prontuario di stilistica e retorica frutto del paziente lavoro del prof. Giuseppe Piantoni.
La Divina Commedia, quindi, non soltanto come uno dei viaggi più ricchi di senso della letteratura occidentale, ma anche cose bussola stilistica e metro della sapienza tecnica e retorica di Dante.
Ringraziamo Camilla Ronchi per il puntuale lavoro di trascrizione e Alessandro Ardigò per la cura del progetto.

Per leggerlo clicca il seguente link:

https://radicidigitali.eu/2020/03/25/la-divina-commedia-maestra-di-retorica-proposte-per-un-manuale/

I predecessori di Dante

Oggi bellissimo pomeriggio di approfondimento e proposte didattiche sulle “visiones” medievali prima della Commedia di Dante.
Grazie alla prof.ssa Rossana Guglielmetti che ha magistralmente tenuto l’incontro e al prof. Alessandro Ardigò che ha dialogato con lei.
L’incontro si è svolto presso l’Istituto G. Oberdan di Treviglio su iniziativa del Dipartimento di Lettere dell’Università degli Studi di Milano.

Dante sceglie di innestare l’esperimento della Commedia in un genere letterario con alle spalle un millennio di storia e di evoluzione, da apocrifi come la Visio Pauli alle grandi visioni dell’aldilà del XII e XIII secolo. Un percorso attraverso questo genere è anche un’occasione per rilevare come dietro ogni opera, comprese le più originali, ci sia l’eredità di fonti precedenti e proprio riconoscere questa eredità permetta di misurare meglio gli elementi innovativi e personali dell’autore.

La profezia del Veltro – divagazioni numerologiche sulla Commedia

“… Mi ritrovai per una selva oscura… “ (Inf. I, 2)
Nel celeberrimo verso di Dante si figura la poetica e drammatica testimonianza di una coscienza che avverte il disordine morale e la condizione di smarrimento dell’uomo che, traviato moralmente e intellettualmente, si ritrova senza orientamento, senza ideali, senza luce – Com’è accaduto d’aver perso la via e di trovarsi spaesato e sgomento, in preda alla disperazione, nel contesto di un’umanità perduta dietro false immagini di bene? È questa l’amara consapevolezza e la conseguente decisione per cui il Dante peccatore si accinge a comporre la “Commedia”: avere per fine il rinnovamento di sé e della società umana nel tentativo di allontanarla dallo stato di miseria spirituale in cui vive, per condurla verso uno stato di pace e beatitudine. Ciò è quanto egli stesso scrive nella memorabile Lettera XIII diretta al suo munifico benefattore Cangrande della Scala nel dedicargli la Cantica del Paradiso.

Leggi tutto “La profezia del Veltro – divagazioni numerologiche sulla Commedia”

“La violenza in Inferno XII”. Convegno Adi-Pisa 2019

Il 13 settembre 2019 il prof. Alessandro Ardigò, docente presso il liceo G. Oberdan di Treviglio, membro del direttivo della Società Dante Alighieri della medesima città, in occasione del XXIII convegno dell’Associazione degli Italianisti, che si è tenuto presso l’Università di Pisa e la Scuola Normale Superiore, ha presentato una relazione dal titolo “La violenza in Inferno XII”.

“Ringrazio l’Adi-sd Lombardia per avermi dato occasione di relazionare al XXIII Congresso dell’Associazione degli italianisti. Ho partecipato al convegno “La funzione euristica della letteratura nei confronti della violenza” portando i miei studi sulla violenza in Inferno XII, studi che in realtà ho iniziato quasi un decennio fa e ho sempre proseguito. Con noi in “cattedra” c’era il critico Giorgio Patrizi, ordinario di letteratura italiana. Come li ho ricevuti, faccio i complimenti a tutti i relatori che c’erano con me.”

Tesseramento 2019

Chi volesse tesserarsi alla Dante per l’anno 2019 è pregato di compilare il modello allegato, possibilmente nei mesi di gennaio e febbraio, e consegnarlo a mano a un membro del Direttivo o via mail all’indirizzo direttivo@ladantetreviglio.it.

Il costo della tessera di Socio Ordinario è pari a 30€ annui.