I predecessori di Dante

Oggi bellissimo pomeriggio di approfondimento e proposte didattiche sulle “visiones” medievali prima della Commedia di Dante.
Grazie alla prof.ssa Rossana Guglielmetti che ha magistralmente tenuto l’incontro e al prof. Alessandro Ardigò che ha dialogato con lei.
L’incontro si è svolto presso l’Istituto G. Oberdan di Treviglio su iniziativa del Dipartimento di Lettere dell’Università degli Studi di Milano.

Dante sceglie di innestare l’esperimento della Commedia in un genere letterario con alle spalle un millennio di storia e di evoluzione, da apocrifi come la Visio Pauli alle grandi visioni dell’aldilà del XII e XIII secolo. Un percorso attraverso questo genere è anche un’occasione per rilevare come dietro ogni opera, comprese le più originali, ci sia l’eredità di fonti precedenti e proprio riconoscere questa eredità permetta di misurare meglio gli elementi innovativi e personali dell’autore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *